Articoli

Messa in sicurezza di macchine

La sicurezza deve essere implementata a partire dalla progettazione e deve riguardare tutto il ciclo di vita di una macchina: progettazione, costruzione, collaudo, installazione, regolazione, funzionamento, manutenzione e rottamazione.

La nuova direttiva macchine stabilisce che i costruttori garantiscano i requisiti minimi di sicurezza per i macchinari e le apparecchiature commercializzati all’interno dell’Unione Europea. Le macchine devono adeguarsi ai requisiti fondamentali di salute e sicurezza elencati nell’Allegato I della Direttiva, garantendo in tal modo un livello minimo di protezione e sicurezza comune per tutto il mercato europeo. Prima di immettere sul mercato una nuova macchina, i produttori e i loro rappresentanti autorizzati all’interno dell’UE devono garantire che la macchina sia conforme, rendere disponibile un fascicolo tecnico in caso di richiesta giustificata da parte di un autorità, firmare una “Dichiarazione di Conformità” e apporre la marcatura CE.

Molto spesso ci si trova di fronte a costruzioni realizzate con principi non conformi alla cosiddetta “progettazione sicura”. Il passo successivo è l’adozione di misure tecniche di sicurezza. Queste possono prevedere ad esempio l’installazione di ripari fissi o mobili, rilevatori di presenza per evitare avviamenti inattesi, ecc.

Le misure tecniche di sicurezza devono impedire a chiunque l’accesso o il contatto involontario con un elemento pericoloso che implica un rischio di lesione personale, oppure ridurre il rischio portandolo ad uno stato sicuro prima che la persona possa entrare in contatto con esso. I ripari possono essere fissi per limitare o mantenere la distanza da un pericolo, o mobili interbloccati o regolabili manualmente o automaticamente).

Sei qui:

Login Form